Go to Top

Alessandro D’Ausilio

Alessandro D’Ausilio è Ricercatore presso l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, nel dipartimento di Robotics, Brain and Cognitive Sciences (RBCS). La sua formazione universitaria è stata condotta presso La Sapienza Università di Roma, conseguendo nel 2003 la Laura in Psicologia, indirizzo sperimentale, con il massimo dei voti.

Dal 2003 al 2006 è studente di dottorato in Psicologia Cognitiva presso la medesima università e sotto la supervisione della Prof. Marta Olivetti Belardinelli. Durante il periodo di dottorato trascorre estesi periodi di ricerca all’estero. Circa un anno (2004/2005) lo trascorre a Tübingen in Germania presso la Eberardt-Karls-Universität (Institut für Medizinische Psychologie und Verhaltensneurobiologie) sotto la guida del  Prof. Birbaumer e Prof. Lotze. Mentre l’anno successivo (2005/2006) lo trascorre quasi interamente a Boston presso il Massachusetts Institute of Technology (Brain and Cognitive Sciences Department, McGovern Institute for Brain Research), sotto la guida del Prof. Bizzi. Nel 2007, e dopo aver discusso la sua tesi di dottorato, accetta un assegno di ricerca presso l’università di Ferrara nella sezione di fisiologia sotto la supervisione del Prof. Fadiga e Prof. Craighero.

Dopo tre anni, nel 2010 si sposta presso l’Istituto Italiano di Tecnologia con la qualifica di Post Doc Senior, sotto la supervisione del Prof. Fadiga. Nel 2012 diventa Ricercatore nel medesimo istituto di ricerca. Nel corso degli anni ha partecipato all’attività scientifica collegata al progetto PRIN (Modellizzazione Matematica del Comportamento Naturale e Artificiale – 2004/2005), VIGONI (2006-2008), e al progetto europeo CONTACT (FP6 – Learning and development of Contextual Action, 2005/2008).

Successivamente ha partecipato attivamente alla stesura della proposta di finanziamento e conduzione dell’attività scientifica dei seguenti progetti europei: POETICON (FP7 – The Poetics of Everyday Life: Grounding Resources and Mechanisms for Artificial Agents, 2008/2010); SIEMPRE (FP7 – Social Interaction and Entrainment using Music PeRformance Experimentation, 2010/2012); POETICON++ (FP7 – Robots need Language: A computational mechanism for generalization and generation of new behaviours in robots, 2011/2014).

I suoi generali interessi di ricerca riguardano le basi neurali della comunicazione verbale e non verbale, e nello specifico del ruolo rivestito dal sistema motorio nella codifica di tali messaggi. Le principali tecniche utilizzate sono la stimolazione magnetica transcranica, l’elettroencefalografia, la registrazione dei movimenti oculari e la registrazione cinematica del movimento tramite sistemi optoelettronici. Attraverso l’utilizzo di queste tecniche, lo scopo è quello di decifrare la natura della nostra naturale capacità di scambiare messaggi impliciti e sub-simbolici attraverso il movimento del corpo. Lo studio di tali meccanismi è essenziale nella comprensione della sincronia comportamentale eccezionale, che si osserva ad esempio nelle orchestre o corpi di ballo, o disfunzionale come nella sindrome autistica. Alessandro D’Ausilio è autore di più di 30 lavori su riviste scientifiche internazionali peer-reviewed, è stato invitato più di 15 volte a tenere seminari sulla sua attività scientifica ed ha vinto vari premi per giovani ricercatori, fra cui quelli assegnati dall’Associazione Italiana di Psicologia (AIP) e dalla Società Italiana di Neuropsicologia (SINP).

Sito web personale     |     Sito web istituzionale         |    Sito web gruppo di ricerca    |      Google Scholar